Translate

Curriculum di Adele Veronica Consolo





Adele Veronica Consolo è nata il 10 ottobre del 1980 a Seriate (Bergamo). Nel 2006 si è laureata in D.A.M.S.-Arte presso l'Università degli Studi di Palermo ed ha frequentato un Master in Web Journalism and Editing Online a Roma e un Master annuale di I livello su "L’uso didattico della narrazione e della metafora negli insegnamenti Artistico-Musicali della Scuola Secondaria" presso l'Accademia di Belle Arti  "Michangelo" di Agrigento.  Ha frequentato alcuni Corsi di Perfezionamento, sulle Strategie didattiche da attuare nell’ambito dell’Insegnamento di Materie Artistiche ad alunni che necessitano di Sostegno e sull'Uso delle tecnologie applicate all'ambito artistico. Ha conseguito vari attestati e diplomi: due Corsi di Inglese (di base ed intermedio), Tesserino di Giornalista Pubblicista  (dal 2007), Diploma di Operatore su P.C., Corso di Web Developer, Diploma E.C.D.L., Corso di Web Marketing e di Scrittura sul Web, Corso di Addetto Stampa, Corso di Addetto alla Selezione del Personale,  Corso di Bagnino, Corso di Animatore. In qualità di Giornalista ha collaborato con: Corriere di Sicilia, Gazzettino del Tirreno, Patti online, Recensito, Periodicamente, Diritti negati, Hello Impresa, Inviato Speciale, Sfumature Freezine, Liberal Vox, Superga Cinema, LiberArt, Reteluna, Poesie in Versi, Javan 24 Allnews, Info OGGI, International Xoom e Blasting news. Pubblicazioni: Spalmiamoci di pioggia,  Spalmatevi di poesia, Pensieri in fuga, Spalmati di me, Grazie a Bukowski, Fuga di pensieri, Se mi vedesse Bukowski, Oltre il nulla-L'assurdo nel teatro di Samuel Beckett, Teorie e Tecniche sull'insegnamento, Insegnare con ARTE e Supportare la disabilità-La funzione Sostegno. Blog personali: www.adeleconsolo.blogspot.it, www.intervistediadele.blogspot.it e www.infoenewsinrete.blogspot.it. Sito web: http://newsinrete.xoom.it

Viva: in nuovo cd di Enrico Capuano



E’ appena uscito il nuovo cd, Viva, di Enrico Capuano, che prende il nome da una canzone dedicata alla ragazza anonima che, prima di morire, gli ha donato il cuore. Il cantautore sta ultimando la rianimazione, dopo aver subito un delicato intervento, di trapianto di cuore. Oggi, a grande richiesta, tornerá sul palco, in provincia di Roma, per il concerto del Primo Maggio, data che lo ha visto per anni protagonista assoluto. Capuano è il capostipite del folk-rock italiano, infatti, dal 1982 ad oggi, ha dimostrato che il rock e il folk italiano possono insieme produrre un ottimo sound. Il folk, negli anni ’70, ha avuto importanti contaminazioni, e a tal proposito è interessante, ad esempio, l’esperienza del Canzoniere del Lazio, che univa jazz moderno e folk, come lo è anche, sul versante del fronte del rock italiano, un brano della PFM (Premiata Forneria Marconi) dal titolo E’ festa, che ha lasciato il segno, indicando la strada, dando ad Enrico una traccia su cui poter lavorare, con risultati ottimi. Nel corso della sua lunga carriera ha suonato con vari artisti, tra i quali ricordiamo Franz Di Cioccio (batterista e cantante del PFM, con il quale Capuano ha realizzato un tour del 2005) e il suo amico Piero Brega (esponente di spicco della celebre band Canzoniere del Lazio). 


Nei primi anni '80, Enrico, cresciuto nella cultura della musica popolare, grazie ai fratelli Michele ed Antonio, che collaboravano con il Nuovo canzoniere italiano ed avevano un gruppo, chiamato Cooperativa lavoro culturale, comincia a introdurre nei suoi spettacoli, tra un brano cantautorale e l'altro, delle tarantelle rock, con la sua prima band tutta casertana, nella la sua prima tournèe di 15 date. Qualcuno allora vedeva con perplessità questa sua operazione, come se fosse troppo azzardata, ma dopo una decina di anni, invece, questa idea piacque a molti gruppi, che seguirono la sua scia. Nel 1992 uscì un suo cd, dal titolo Fa la cosa giusta, che comprendeva anche il brano Tammurriatarock (un connubio perfetto tra tarantella e rock), che darà anche il nome alla band. Da allora sono passati tanti anni, Enrico Capuano e la sua band Tammuriatarock hanno sfornato tanti cd e hanno fatto molti tour, anche all’estero. Negli ultimi anni, con una media di più di 100 concerti all'anno, è stato ben presente sul territorio italiano e anche estero (con i suoi tanti tour negli Usa, in Canada, ma anche in Europa). Oggi, finalmente, dopo un lungo periodo di assenza, lo ritroveremo sul palco a Roma, nella zona del Pineto, poichė ė stato inserito, con la sua band, Tammuriatarock, nella scaletta di un evento musicale.

(01/05/2017)
Adele Consolo

Sosteniamo Alex Mastrangelo: artista romano indipendente

Sosteniamo la musica italiana e di qualità!
Ne è un esempio Alex Mastrangelo



ROMA-
L'artista romano Alex Mastrangelo (chitarrista, cantautore, session man di esperienza), proporrà prossimamente a Roma, precisamente il 18 Febbraio, il suo nuovo lavoro, caratterizzato da tematiche profonde e di impatto, che adeririscono perfettamente alle sonorità oniriche e a tratti psichedeliche ma pur sempre di matrice blues, rock e funky. Nel singolo “The old enemy”, che da il nome anche all'intero EP, l'immagine ricorrente è quella della fine della logica della convenienza. Dopo un passaggio epocale, secondo l'artista, l'anima dell'uomo tornerebbe libera dagli schemi mentali e sociali che la attanagliavano (come un tempo gli schiavi sui fiumi di Babilonia, attendendo l'alba di una nuova era). 

Nella migliore delle ipotesi, per un emergente che non ha fatto un Talent, uno dei posti per farsi ascoltare resta la stazione metro o quella dei treni” ha dichiarato recentemente Red Ronnie in un'intervista, sostenendo inoltre che “ne Battisti, ne Mogol, ne Gino Paoli, ne tanto meno Vasco Rossi e Ligabue, con buona probabilità, avrebbero potuto fare carriera con questo sistema”Attenzione però, ciò non vuol dire che all'interno di questi Talent non ci sia gente di livello tecnico e contenutistico degno di appartenere al grande pubblico, al contrario... Il problema è che esiste una sorta di circuito o monopolio, gestito dalle televisioni, dall'editoria, dal giornalismo di settore, dagli organizzatori di eventi e tour, agenti e produttori, e così via, arrivando sino all'ultimo anello della catena.





Alex Mastrangelo inizia all'età di nove anni lo studio della musica presso la Schola Puerorum Cantorum della Cappella Sistina, con la quale si è esibito in diverse tournèe nel mondo (Turchia, Polonia, Stati Uniti, Giappone). Si è poi dedicato allo studio del canto, del pianoforte e della chitarra, fino ad arrivare all'approfondimento dell'armonia e dell'arrangiamento.

Dall'età di 14 anni inizia a farsi strada come chitarrista solista rock-blues negli Emmedieffe (Federico Girlando ex Carmen Consoli). Matura esperienza live con gli Alex Mastrangelo Trio, partecipando a Domenica In, Buona Domenica, lavorando in collaborazione con RTL e altri network nazionali. Con i "Phillies 26" dal 1997, con base stabile in Sicilia, inizia a suonare nei più prestigiosi locali italiani completando i tour con date in Polonia, Svizzera e Repubblica Ceca, partecipando, con un tributo a Jimi Hendrix, a manifestazioni ed eventi blues a Capo d'Orlando, Vicenza e Lugano (outsider)e molti altri. Si laurea in D.A.M.S. presso l'università di Tor Vergata, con una tesi su "la chitarra blues in Italia" con 110 e lode con menzione di merito e pubblico.

Presente come ospite sui palchi di Eugenio Finardi (nell'inverno 2005), esibendosi con i migliori musicisti blues italiani (Massimo Martellotta, Pippo Guarnera (Rudy Rotta), Vince Vallicelli (vincitori Pistoia Blues '88) e guadagnando l'amicizia e la stima di Fabio Treves. Limita ai periodi invernali le collaborazioni discografiche con gli artisti e cantautori romani (Trinacria Studio, Crazy Jingle, Real Sound e altri (Alessandro Canella, Jacqueline Ferry, Sanremo 2003, Daniela Parrozzani, Sanremo Giovani 2003).

E' stato chitarrista di affermate tribute band romane Out, (Creedence Clearwater Revival tribute), Skunk'n'Nancy (Skunk Anansie tribute), Glisparisopra (Vasco Rossi tribute); con questi ultimi, tutt'ora in attività, ha collezionato oltre 500 concerti nelle piazze e nei festival sul territorio nazionale. L'esperienza maturata sul campo gli permette, oltre ai metodi accademici, di insegnare nella pratica gli elementi appresi. Oltre al taglio marcatamente rock blues del suo stile, si cimenta anche quotidianamente con la composizione, l'arrangiamento e la produzione di brani di diversi generi musicali spaziando dalla classica al metal, passando per l'hard rock e il pop italiano.

Nell'insegnamento della Musica, attività che svolge da tempo, la sua esperienza di musicista, di liutaio e di tecnico audio gli consente di valorizzare al meglio le potenzialità dei suoi allievi, spronandoli nell'obiettivo di mettere a punto un proprio stile personale e riconoscibile. 

(20/01/2017)


Adele Consolo